Firenze è sicura?

Questa è una domanda molto importante quando si decide di andare in un posto e quindi anche quando si viene a Firenze

Il capoluogo toscano è senza dubbio una destinazione da sogno perchè è una città bellissima: stradine suggestive, opere d’arte da togliere il fiato, cibo e natura meravigliosi.

Firenze è la culla del Rinascimento italiano, una città dove sono stati creati tesori culturali incredibili come l’opera, il pianoforte, il gelato e tanto altro. Basta pensare che anche il nome “America” deriva da quello dell’esploratore fiorentino Amerigo Vespucci!
Con l’incredibile cifra di 80 musei, Firenze è uno scrigno di meraviglie artistiche, mi limito a menzionane una fra tutte il David di Michelangelo: la statua più bella del mondo!
Firenze offre quindi molto a una vasta gamma di viaggiatori poiché il suo ricco patrimonio e la sua eredità culturale sono davvero enormi.

Firenze è una città di medie dimensioni in Italia, con una popolazione di circa 370.000 abitanti. Nel centro storico della città risiedono circa 61.000 fiorentini. L’informazione però per essere completa deve tenere conto anche del significativo afflusso di turisti. Nel 2022, secondo l’ISTAT Firenze ha accolto l’incredibile numero di 10.388.000 di turisti, traducendosi in un’impressionante media giornaliera di 28.000 visitatori.

Firenze è un posto sicuro in cui vivere?

Sì, fortunatamente Firenze è una città molto sicura in cui vivere.
Firenze è considerata sicura perché la città ha un basso tasso di criminalità: capita raramente di sentire parlare di crimini violenti o di furti con scasso.
L’unico vero rischio (da considerarsi alto) è quello legato alla microcriminalità, in particolare scippi e borseggi soprattutto nelle zone centrali e sui mezzi di trasporto sono molto comuni. E questo è purtroppo un male comune a molte città dove ci sono tanti turisti.

Per questo non bisognerebbe andare in giro con oggetti di valore o denaro contante.

Il consiglio migliore è quello di stare semplicemente attenti. Sono in particolare i turisti quelli che dovrebbero fare attenzione poiché sono loro le vittime preferite dai borseggiatori.
I turisti, per definizione, sono distratti perchè si godono gli straordinari monumenti, le statue e sono in relax. Ma bisogna ricordare che potrebbero esserci persone malintenzionate vicino a voi. Siate particolarmente cauti nei luoghi affollati, come i luoghi turistici più famosi, i trasporti pubblici, le stazioni ferroviarie, le fermate degli autobus e le destinazioni iconiche come le Gallerie degli Uffizi, Ponte Vecchio e Piazza del Duomo.
Vorrei condividere un’esperienza personale, solo un esempio per spiegarmi meglio: mi hanno rubato l’orologio dal polso durante un breve viaggio in autobus mentre andavo a Fiesole. È successo la sera tardi, l’autobus era affollato e io ero stanca. Nei 15 minuti trascorsi sull’autobus, il mio orologio, un regalo per il mio 18esimo compleanno, è sparito senza che me ne accorgessi!

I borseggiatori sono MOLTO abili in quello che fanno!

Altra cosa fondamentale è quella di prestare attenzione agli effetti personali negli spazi pubblici.
Per esempio, se siete in un bar o in un ristorante, invece di appendere la borsetta allo schienale della sedia, tenetela sulle ginocchia o mettete la tracolla attorno ad una gamba
Cercate anche di non lasciare telefoni o fotocamere sul tavolino in bella vista se non li state usando. Inoltre, è consigliabile evitare di portare portafogli o cellulari nelle tasche dei pantaloni perchè molto visibili e facili da rubare.
Non meno importante, quando si utilizza uno zaino, è di evitare di riporre oggetti di valore nelle tasche esterne facilmente accessibili.

Truffe

Firenze, come dicevo, è generalmente sicura ma non indenne dal Rischio truffa che rimane comunque moderato .
Ma anche in questo caso è fondamentale prestare attenzione a coloro che cercano di ingannarti e fortunatamente i truffatori sono relativamente facili da individuare e da evitare.
Una truffa riscontrata frequentemente nelle zone centrali è la truffa delle petizioni. In questo caso, una persona cerca un modo di convincerti a firmare una petizione mentre un complice, con un qualsiasi pretesto o distrazione, tenta di derubarti. Oppure quello che avviene più spesso è di chiedere in modo un po’ aggressivo una “donazione” alla loro causa, dopo che si è finito di firmare.
Un’altra tattica comune è la truffa del braccialetto, in cui una persona apparentemente amichevole ti vuole regalare un braccialetto, solo per poi chiederti un’offerta in cambio del “regalo” che hai avuto.
Infine presta attenzione alle persone che sembrano stranamente disponibili. I fiorentini sono cordiali e disponibili ma il giusto. Quando è troppo, c’è qualcosa che non va

Firenze è dunque una città nel complesso sicura, ma come ogni altro luogo, ci sono zone in cui è consigliabile prestare maggiore attenzione, soprattutto durante la notte (come per esempio il Parco delle Cascine).

Usare il buon senso è sicuramente la cosa migliore da fare . Per questo:

  • Utilizza mezzi di trasporto sicure e conosciuti come compagnie di taxi (a Firenze ce ne sono due: 0554390 e 0554242) o i bus cittadini per spostarti in città (e se i bus sono affollati, presta attenzione alle persone accanto a te)
  • Fai attenzione a ciò che ti circonda, soprattutto in zone molto turistiche
  • Tieni i tuoi oggetti di valore al sicuro e porta con te pochi contanti.
  • Impara i numeri di telefono di emergenza. Polizia (113), ambulanza (118) e vigili del fuoco (115).