L’incantevole tradizione dei Presepi di Firenze

Ci sono molti presepi in Italia e quella dei presepi di Firenze rispetta pienamente l’arte, la cultura e le ricche tradizioni della città. Questa tradizione, durata nei secoli, è ora parte fondamentale della stagione natalizia. I presepi fiorentini sono intricate e affascinanti rappresentazioni della nascita di Gesù Cristo, riflettendone la devozione religiosa e la genialità artistica. Firenze, con la sua profonda connessione con il Rinascimento, vanta alcuni dei presepi veramente belli che narrano una storia di storia, spiritualità e maestria artistica.

Storia del Presepe

La tradizione dei presepi risale al XIII secolo ed è attribuita a San Francesco d’Assisi. Nel tentativo di rendere viva la storia di Natale per la gente, egli organizzò il primo presepe a Greccio, in Umbria, nel 1223. Nel tempo, questa pratica si diffuse in tutta Europa, diventando una tradizione natalizia molto importante. In Italia, il presepe divenne una vera e propria forma d’arte, con abili artigiani e artisti che contribuirono alla creazione di elaborati allestimenti.
Di solito, i presepi sono esposti all’interno delle chiese, e le chiese medievali e rinascimentali di Firenze contribuiscono a creare la migliore atmosfera natalizia.

Lasciatemi menzionare alcuni dei presepi fiorentini che preferisco.

Presepe in Santa Croce

Devo iniziare dai presepi nella Basilica di Santa Croce. La basilica è conosciuta come il Tempio delle Glorie Italiche perché è il luogo di sepoltura di importanti figure italiane tra cui Michelangelo, Galileo e Machiavelli. Santa Croce ospita di solito un solo presepe ed esso normalmente è capace di catturare l’essenza del sacro e dell’artistico. Ma il 2023 è l’anno della celebrazione francescana: sono 800 anni dal primo presepe di Greccio realizzato da San Francesco! per questo quest’anno la Comunità Francescana, l’Opera di Santa Croce e l’Associazione Italiana degli Amici del Presepe espongono ben 15 presepi nella basilica.

Si può ammirare il grande presepe di legno, scolpito da Roberto Giovannoni, proprio nella zona dell’altare principale, mentre un altro artista, Marco Bonechi, ha preparato alcune piastrelle di ceramica smaltata. Gli altri presepi presentano statuine molto tipiche e familiari, un presepe è ambientato in Palestina, un altro è un presepe siciliano e altri sono realizzati con materiali fra i più diversi.
La mostra dei presepi rimane aperta fino al 6 gennaio, l’ingresso è gratuito per i residenti a Firenze.
L’interazione tra l’architettura gotica, i fantastici dipinti dorati e la squisita maestria del presepe crea un’atmosfera magica, che invita alla contemplazione e alla riflessione sulla storia senza tempo del Natale. In questo luogo venerato, i presepi di Santa Croce diventano più di uno spettacolo visivo; diventano un viaggio profondo e coinvolgente attraverso l’incrocio di fede e arte nel cuore di Firenze.

Eleganza Artistica di Santo Spirito

La Basilica di Santo Spirito, un’altra gemma del patrimonio artistico di Firenze, ospita un presepe che dimostra novità e grande bellezza. La basilica è situata nel quartiere dell’Oltrarno, che è noto per il suo approccio semplice e profondo alla spiritualità. Inoltre la chiesa ospita il crocifisso ligneo di Michelangelo. Questa è una delle sue primissime opere ed è molto insolita!
Il presepe di Santo Spirito del 2023 è opera del Maestro Albino Todeschini ed è allestito proprio di fronte alla porta principale della chiesa.
Ciò che rende unico questo presepe, oltre alla bellezza delle statuine, è la neve che cade sulla capanna di Betlemme, davvero splendida! Ciò aiuta davvero ad entrare in contatto con la narrazione del Natale ad un livello più profondo. Il presepe di Santo Spirito è una testimonianza del potere dell’arte nel suscitare emozioni e trasmettere messaggi spirituali con sottigliezza.
L’ingresso alla chiesa è gratuito.

Splendore della Cattedrale

Nessuna visita ai presepi di Firenze sarebbe completa senza vedere l’iconica Cattedrale di Firenze, o Il Duomo. La Cattedrale, con la sua magnifica cupola progettata da Filippo Brunelleschi, offre uno scenario grandioso per un presepe che cattura la grandiosità della storia del Natale.

Il presepe del Duomo è esposto all’esterno della cattedrale e mostra una grande scena con statue di terracotta a grandezza naturale. Queste sono pezzi unici fatti a mano dall’artigiano Luigi Mariani con terracotta di Impruneta che ha donato alla Cattedrale. C’è un secondo presepe allestito all’interno della Cattedrale. Entrambi sono visibili fino all’Epifania.

Hotel Rivoli, Firenze

Il Rivoli Boutique Hotel permette una visita molto diversa ai presepi poiché non si è in una chiesa. E’ vero che l’hotel era anticamente un convento e ne conserva gli spazi e il senso del passato ma si tartta comque sempre di un albergo!

Qui da ben 12 anni si è deciso di trasformare gli spazi comuni dell’hotel in un’immensa mostra di presepi artigianali, realizzati a mano da Claudio Ladurini. Ci sono oltre 30 opere d’arte che letteraelmente invadono gli spazi comuni dell’hotel, offrendo una visione unica dell’arte presepiale. L’ingresso è gratuito, ma le donazioni vengono duplicate dalla famiglia Caridi e devolute alla fondazione Tommasino Bacciotti.

In conclusione, i presepi di Firenze non solo celebrano il significato religioso del Natale, ma fungono anche da testimonianza del patrimonio artistico della città. Dalla grandiosità di Santa Croce, all’eleganza artistica di Santo Spirito, dallo splendore del Duomo alle gemme nascoste disseminate per la città, ogni presepe racconta una storia unica. Mentre i visitatori si perdono in queste affascinanti esposizioni, non sono solo immersi nella bellezza del Rinascimento, ma sono anche invitati a contemplare la storia senza tempo della Natività, un racconto che continua a catturare cuori e menti attraverso i secoli.

Firenze, con i suoi presepi, invita i viaggiatori a vivere la magia del Natale in un contesto in cui arte, storia e spiritualità convergono in perfetta armonia.