Alla scoperta di uno dei simboli di Firenze: il Battistero di San Giovanni

Il Battistero di San Giovanni è il monumento simbolo di Firenze ed è una delle tappe del nostro tour alla scoperta di Firenze. La sua pianta ottagonale, le sue lastre in marmo bianco di Carrara e verde di Prato ed il caratteristico tetto piramidale lo rendono un esempio di architettura sacra unico in tutto il mondo.

La sua è una storia lunga e un po’ misteriosa: edificato sui resti di un’antica domus romana, la sua data di origine è alquanto incerta. Si ritiene che la prima struttura del battistero cristiano sia stata innalzata nel IV-V secolo, ma lo splendido rivestimento in marmo che oggi lo caratterizza risale agli inizi del XII secolo, così come l’aggiunta del terzo ordine superiore, con il tetto e la lanterna.

La struttura esterna è impreziosita dalle tre porte di bronzo, che si trovano in corrispondenza dei tre punti cardinali:
1. la porta a sud, opera di Andrea Pisano, raffigurante vicende della vita di Giovanni Battista;
2. la porta a nord, realizzata da Lorenzo Ghiberti, con scene del Nuovo Testamento;
3. la porta ad est, la più celebre, detta Porta del Paradiso, realizzata sempre dal Ghiberti, con le storie del Vecchio Testamento.

Battistero interno

L’interno è un tripudio di colori, con mosaici marmorei che decorano il pavimento, l’abside e la cupola, sorretta da grandi colonne di granito, su cui si appoggiano magnifici capitelli dorati. Tra le tante opere custodite, spiccano le splendide acquasantiere su colonne tortili poste sui tre lati e un monumento funebre dedicato a papa Giovanni XXIII, realizzato da Donatello e Michelozzo.

Appunti di viaggio: Per accedere all’interno il biglietto costa 5 euro, ma già che ci siete vi consigliamo di fare un biglietto multiplo, che consente gli ingressi anche al Campanile di Giotto, alla Cupola del Duomo e al Museo dell’Opera del Duomo.

Se capitate a Firenze il 24 giugno approfittatene perché l’ingresso è gratuito. Può darsi che troviate un po’ di folla, perché è la festa di San Giovanni Battista, patrono di Firenze, ma l’atmosfera è veramente suggestiva.

Orari di apertura:
11.15 – 19.00

Domenica: 8.30 – 14.00
Lunedì di Pasqua: 8.30 – 19.00
25 aprile: 8.30 – 19.00
1 maggio: 8.30 – 19.00

Chiusura:
Capodanno, Pasqua, Natività della Vergine (8 settembre), Vigilia di Natale e Natale

Biglietti:
€ 5,00

Biglietto Multiplo 1: 
€ 15,00 (Battistero + Santa Reparata + Campanile + Museo Opera del Duomo)
Biglietto Multiplo 2:
€ 23,00 (Battistero + Santa Reparata + Cupola + Campanile + Museo Opera del Duomo)
 

1 commento

  1. avatar
    Posted by Tuinman| 8 Aprile 2020 |Rispondi

    del Battistero di Firenze visibile da pochi giorni, dopo il restauro, al Museo dell’Opera del Duomo. Il restauro della piu antica Porta del Battistero,durato tre anni, ha riportato alla luce la bellissima doratura non piu visibile e allo stesso tempo ha recuperato i meravigliosi dettagli delle parti scultoree, realizzati con una cura talmente appassionata da farli sembrare una “preghiera”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. All fields are required.